FARE PAESAGGIO - Premio Triennale Giulio Andreolli

La Provincia autonoma di Trento, tramite l’Osservatorio del paesaggio e la tsm|step Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, organizza ogni tre anni dal 2016 il “Premio Giulio Andreolli - Fare paesaggio”.
Il Premio, giunto alla terza edizione, affronta la tematica paesaggistica con riferimento alle porzioni alpine dei territori di Italia, Germania, Francia, Austria, Svizzera, Slovenia, Liechtenstein e Monaco, così come definite dalla Convenzione delle Alpi.

Fare paesaggio si articola in tre ambiti tematici distinti per ognuno dei quali è previsto il riconoscimento di un’iniziativa vincitrice e l’attribuzione di menzioni di qualità e menzioni speciali. I tre ambiti tematici sono:
§  Programmazione, pianificazione e iniziative gestionali, dove ricadono gli strumenti programmatori, i piani territoriali e di settore, quelli di sviluppo e rigenerazione rurale e le iniziative a carattere gestionale, pubblici e privati rilevanti sotto il profilo paesaggistico.
§  Segni nel paesaggio, dove ricadono gli interventi volti a modificare i caratteri fisici del territorio attraverso azioni di riqualificazione paesaggistica, progetti di recupero o nuove realizzazioni di infrastrutture, edifici e manufatti che esprimano consapevolmente obiettivi di elevata qualità paesaggistica entro una visione contemporanea del rapporto con il contesto fisico e culturale in cui si collocano.
§  Cultura, educazione e partecipazione, dove ricadono le azioni finalizzate a promuovere la cultura del paesaggio attraverso iniziative di sensibilizzazione e comunicazione, di partecipazione pubblica, di formazione e di educazione, di ricerca e documentazione.

Per l’edizione 2022 del Premio è prevista l'attribuzione della “Menzione Speciale Energia e Paesaggio” riservata alle candidature a qualsiasi ambito tematico, che abbiano affrontato con efficacia il tema del delicato rapporto tra il paesaggio alpino e le produzioni energetiche da fonti rinnovabili.
La Giuria delle edizioni precedenti si è distinta per la presenza di personalità autorevoli nei diversi ambiti di interesse ed è stata presieduta nel 2016 da Joan Nogué già direttore dell’Osservatorio del paesaggio della Catalogna e nel 2019 da João Nunes paesaggista di fama internazionale. Nella direzione dell’autorevolezza e multidisciplinarietà abbiamo proseguito anche per l’edizione 2022, la cui Giuria sarà composta da Paolo Castelnovi pianificatore e Presidente di Landscapefor, Monica Costanza Pratesi responsabile dell’Ufficio paesaggio e patrimonio del Fondo Ambiente Italiano, Michaela Wolf direttrice del corso di Architettura presso la Technische Hochschule di Rosenheim. e progettista. La Giuria sarà presieduta dall’architetto, docente e paesaggista tedesco, Andreas Kipar.
L’attività del “Premio Giulio Andreolli - Fare paesaggio” è documentata all’indirizzo https://www.premiofarepaesaggio.it/

Attraverso il sito internet è possibile inoltrare già da ora la candidatura delle iniziative. La data di chiusura per la raccolta delle candidature è il 30 settembre 2022. La partecipazione è aperta ad enti pubblici e soggetti privati, associazioni e istituzioni culturali ed educative, progettisti e committenti di opere.

 
Ultima modifica 5 agosto 2022